Telese Terme: "Impianti sportivi, la gestione poco accorta di Carofano e i suoi"

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive il gruppo politico "Tutti Telese" (Giovanni Caporaso Sindaco): Mens sana in corpore sano, mente sana in corpo sano. Recita così una famosa locuzione latina di Giovenale. Tralasciando se abbia posto o meno attenzione alla mente, elemento su cui pure si può dubitare, l’Amministrazione Carofano non ha sicuramente posto attenzione al corpo. Il riferimento è, ovviamente, alla gestione delle strutture sportive di Telese.

Negli ultimi cinque anni, diverse sono state le criticità che hanno riguardato le modalità di gestione pubblica degli impianti sportivi della città al punto che le tante associazioni sportive telesine (Scuola Calcio Valle Telesina, Rugby, Judo solo per citarne alcune) si sono ritrovate o rischiano di ritrovarsi senza un adeguato spazio pubblico per praticare le proprie attività. Pensiamo al bocciodromo comunale, alla pessima gestione dello stadio comunale “Alterio”, alla fatiscenza del Pala Foschino, ai problemi strutturali irrisolti legati della palestra comunale e, ultimo episodio in ordine cronologico, alla chiusura dei campi da tennis.

Quest’ultima situazione ci appare assai singolare. Il Circolo Tennis “Cannarsa” non è più fruibile da diverse settimane: poco dopo l’arrivo del Commissario per intenderci. Sebbene si cerchi di ricondurre l’origine di tale decisione nella messa in opera dei lavori di adeguamento e messa in sicurezza della struttura solo recentemente affidati da una gara indetta nel 2017, in realtà altre sono le motivazioni reali che vengono taciute ai cittadini. Non ci interessa sapere se la questione sia rimasta dormiente per favorire convergenze politiche che pure, va detto, sono state tentate senza successo.Non grideremo all’inciucio! Ciò che non possiamo evitare di chiederci, però, da Cittadini, è come sia stato possibile lasciare affidare per anni una struttura comunale in assenza della necessaria regolarità amministrativa. Com’è possibile che una cosa di una tale gravità sia stata totalmente ignorata da chi aveva il compito di amministrare la nostra città? A cosa saremmo andati incontro se fosse avvenuto un incidente nella struttura?

È soltanto la gestione improvvisata, maldestra e poco trasparente della cosa pubblica da parte della precedente amministrazione che ha prodotto, come risultato, il provvedimento commissariale di chiusura della struttura negando di fatto, in tal modo, a tante e tanti telesini uno spazio pubblico per fare sport e a tanti giovani la possibilità di emergere come avvenuto in passato a tanti atleti di livello regionale che ne hanno dato lustro alla nostra Città. Non è di questo che ha bisogno Telese ma di una gestione responsabile, seria ed accorta che consenta di poter fruire di strutture pubbliche moderne, adeguate alle esigenze di tutti e in tutta sicurezza. Telese è di tutti.