De Gennaro: rischi veri e rischi inventati

- Opinioni - Comunicato stampa

Da Carmine De Gennaro (ingegnere) riceviamo e pubblichiamo: Come sannita voglio fare gli auguri di buon lavoro ai consiglieri regionali eletti dal nostro territorio. Al rieletto Erasmo Mortaruolo e al neo eletto Luigi Abbate. Il dott. Luigi Abbate parte malissimo. La città di Benevento insorge contro la rimandata apertura delle scuole in applicazione dell’Ordinanza del Sindaco on. Clemente Mastella; l’assessore al ramo prof.ssa Rossella Del Prete riferisce che i giorni di lezione negati agli studenti sono facilmente recuperabili: basta che tutti i nostri concittadini rinuncino all’abituale settimana bianca del prossimo inverno inviando i figli a scuola e non sulle nevi. E’ un po' difficile seguirne il consiglio perché la consolidata abitudine della frequentazione delle piste di sci è sport praticato davvero da tutti qui a Benevento… Sul rinvio delle attività scolastica dice la sua anche il neo consigliere regionale dott. Luigi Abbate. Parte malissimo. E se la prende con i Comitati cittadini che rompono. E come rompono disturbando l’attività amministrativa!

Il dott. Abbate, affrontando le problematiche connesse ai pericoli della vita in città, dichiara testualmente: “A Benevento i rischi sono mescolati e asimmetrici: il massimo grado di allarme che accompagna ogni notizia relativa all’acqua, ad esempio non vale per il rischio caduta degli alberi al viale Atlantici…Non se ne accorgono nemmeno i pediatri così attenti alla non apertura delle scuole….I comitati sono diversi (Altrabenevento, Civico 22, Giù le mani dai pini, …), anche se l’obiettivo alla fine è sempre lo stesso: attaccare l’Amministrazione comunale anche se a discapito degli interessi della cittadinanza”.

Dichiarazione sorprendente sui rischi così diversamente valutati dalla cittadinanza compreso Pediatri e Comitati e con l’esclusione dell’Amministrazione comunale tutta presa a fare gli interessi dei beneventani… Sui rischi bisogna fare una precisazione che serva a capire, caro dottore Abbate! Esistono rischi veri e rischi inventati. Ai rischi veri con il correlato alto grado di allarme può essere ascritto quello dell’acqua. Insomma, analisi effettuate all’acqua hanno convinti tantissimi cittadini a non stare tranquilli; Lei riferisce di stare tutti sereni, l’acqua è ok, si può bere senza timore come da analisi prodotte. Potenza delle analisi giustamente e tempestivamente prodotte. Lo…spartiacque tra rischio e sicurezza è riposto nelle analisi e nell’attendibilità delle stesse.

Ai rischi inventati appartiene il rischio crollo pini del viale degli Atlantici. Rischio crollo pini inventato dal sindaco on. Clemente Mastella e sostenuto da Lei, neo consigliere regionale dott. Luigi Abbate. Ragionando come per l’acqua erogata in alcuni popolosi quartieri cittadini, su quali analisi e controlli è fondato l’inventato rischio crollo dei pini del viale Atlantici? Rischio fondato sul nulla. Rischi reali e rischi inventati, quindi. I cittadini beneventani sanno benissimo a quali rischi e a quali pericoli dare importanza! A quelli veri! E lo sanno benissimo anche i fastidiosi e ostili comitati!