Pandemia, Io x Benevento proseguirà nel suo programma di solidarietà sociale

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

La pandemia da covid-19, continua a diffondere sofferenza e ad umiliare le famiglie più fragili. Nella prima ondata, l’Associazione IO X Benevento, ha promosso un progetto di solidarietà sociale, “Dona un Sorriso”, che "ha aiutato a circa 120 nuclei familiari che vivevano in condizioni di povertà. Tutto ciò è stato possibile grazie alla generosa disponibilità di tanti donatori privati che hanno immediatamente risposto al nostro appello.

Quella esperienza, ricorda l'associazione nella nota che ha diffuso alla stampa, è stata molto utile per censire i nuclei familiari e certificare la loro condizione di indigenza e, dunque, anche le donazioni che gli venivano trasferite. Ovviamente abbiamo cercato di verificare che lo stesso nucleo familiare non fosse già aiutato da altre Organizzazioni Sociali o da Enti Pubblici. Gli aiuti alimentari, il supporto psicologico e tanto altro, erogati dall’Associazione IO x Benevento hanno consentito a tante persone di trascorrere una serena Pasqua e di continuare per circa due mesi a garantire beni di prima necessità a piccoli, giovani ed anziani residenti in città ma al termine dei due mesi non ci è stato più possibile aiutarli.

Per questi motivi, l’Associazione IO X Benevento ha provveduto a protocollare istanza di convenzione con il Banco Alimentare del Ministero dell’Interno e a quanto pare, tra qualche mese, potrebbe essere riconosciuta come Ente erogatore di beni alimentari di prima necessità. Nel frattempo, si sta provvedendo ad allestire un nuovo locale per destinare lo specifico servizio di gestione e di consegna degli alimenti. Ovviamente, seguirà opportuna comunicazione quando sarà avviato il servizio.

Purtroppo, però, già da qualche settimana, l’Associazione continua a ricevere segnalazioni molto serie e preoccupanti che riguardano famiglie che non riescono proprio ad andare avanti. Il sodalizio sta di nuovo cercando di sollecitare le persone più facoltose per cercare di recuperare alimenti e donarli a chi ne ha più bisogno. A questo appello, è doveroso segnalare, la disponibilità immediata di Francesco Barletta, titolare della catena dei noti Supermercati, che nella prima ondata ha trasferito un notevole contributo in termini di alimenti e che anche oggi ha donato a tante famiglie in difficoltà qualcosa da mangiare. L’Associazione, doverosamente ringrazia la generosità di Francesco e di tutti coloro che intenderanno contribuire".