Il sindaco Mastella ha incontrato l'amministratore delegato di Anas

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha incontrato oggi a Roma l'amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini.

Nel corso del colloquio, improntato alla massima cordialità e collaborazione, il sindaco Mastella ha evidenziato i problemi di viabilità riguardanti la città di Benevento e l'intera provincia sannita. Entrambi gli interlocutori hanno convenuto sul fatto che in questo momento occorre dispiegare il massimo di progettualità per ottenere finanziamenti per la realizzazione di assi viari che servano a rompere in modo definitivo l'isolamento in cui attualmente versa il Sannio. Si è in particolare discusso - ricorda la nota diffusa alla stampa - su come affrontare la situazione economica che riguarda la Benevento-Telese-Caianello in modo da non fermare i lavori di raddoppio al solo tratto Benevento-San Salavatore Telesino a causa dell'esiguità dei fondi attualmente stanziati, ma di provvedere al finanziamento del raddoppio dell'intera arteria.

Nel corso del colloquio si è anche discusso della manutenzione della tangenziale della città di Benevento e il sindaco Mastella ha inoltre evidenziato la necessità di portare a termine, quanto prima, i lavori attualmente in corso lungo la Benevento-Caianello. Lavori quest'ultimi che, com'è noto, stanno creando grossi problemi agli automobilisti che quotidianamente percorrono l'importante arteria.

Da ultimo il sindaco Mastella si è fatto carico per tentare di definire una questione che si trascina da anni, e cioè quella riguardante la realizzazione del collegamento autostradale Caserta Sud-Benevento. Una questione che tocca sul piano finale la città di Benevento ma che riguarda l'intera Valle Caudina a causa dell'insopportabile lentezza nell'attraversamento delle cittadine per arrivare fino a Napoli e viceversa. A questo riguardo il sindaco Mastella ha anticipato all'amministratore delegato di Anas che si farà promotore di un incontro tra la stessa Anas, la Regione Campania e i sindaci interessati alla questione al fine di addivenire ad una positiva risoluzione dell'annoso problema.