Ferri corti con Parente: la replica del consigliere Paglia

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive, in replica al suo intervento (leggi), il consigliere comunale Luca Paglia: Da anni mi chiedo di cosa si occupa il sig. Parente, sia al Comune di Benevento, dove la Commissione consiliare da lui presieduta è stata convocata due volte in due anni e quattro mesi - un vero record negativo - sia presso la Provincia, dove la sua figura risulta misteriosa, completamente inutile e non si comprende a cosa serva, o forse si! Di certo oggi si comprende che si occupa di diffamare, attività che sicuramente gli riesce meglio, unitamente a battute da avanspettacolo che certamente lo qualificano. Il Parente ignora completamente che per dodici anni consecutivi ho fatto parte di liste civiche, che non ho mai avuto il minimo contatto con la Lega e che ho chiesto di aderire al PD liberamente e senza alcuna richiesta, ci mancherebbe ! Parlare di poltronismo appare pertanto più una battuta da Ridolini che qualcosa di simile alla realtà. Falsa anche la circostanza della doppia elezione, al Comune ed alla Provincia grazie a presunti meriti altrui. Il Parente e' smentito dai fatti e dai numeri. Al Comune ho avuto l'onore di essere eletto con i miei voti, alla Provincia grazie ad un gruppo di amici, dopo essere stato osteggiato e tradito proprio da membri della sua claque! E tanto senza ricevere il voto del Sindaco di Benevento, il quale preferi non votare l'unico rappresentante del Capoluogo ! Dunque di cosa parla precisamente il sig. Parente ? Si occupi, piuttosto, di questioni più serie -ad esempio della legittimità del suo ruolo in Provincia, questione ad oggi sub iudice grazie alla denuncia di chi scrive; di questo e di altro ancora parleremo, sig. Parente, nelle sedi competenti. Detto cio', mi astengo da sterili polemiche, intendo solo dare il mio contributo per le emergenze e le criticità della Citta' e della Provincia.